Regione Friuli Venezia-Giulia Regione Friuli Venezia-Giulia Provincia di Gorizia Comune di Gorizia Parco Culturale Fondazione Cassa di Risparmio KB 1909

S.O.S. Cultura

S.O.S.TIENI EX BORDER E LA FESTA DELLA CULTURA

L' Associazione Ex Border organizza a Gorizia la Festa della Cultura dal 2006 (con il sostegno della Regione FVG, della Provincia e del Comune di Gorizia, della Fondazione Carigo e quest’anno anche con il sostegno del Programma Cultura 2007-2013 dell’Unione Europea, attraverso il progetto di cooperazione culturale Read me live). Nudo_Cosmo nel 2006, Dis_Orienti nel 2007, Care_Cassandre nel 2008, Tra_Inganni nel 2009 O_Persuasioni nel 2010 e quest'anno ALLA_FINE

Tuttavia, nonostante la grande affluenza di pubblico, la generosa attenzione della stampa, la qualità e il prestigio degli ospiti, dobbiamo constatare che il sostegno non cresce, anzi si riduce, a parte qualche raro caso. Non siamo più in grado di garantire il livello e le dimensioni dell'evento. Perché, come altrove (o qui accanto), la Festa della Cultura non riesce a decollare? Alcune istituzioni pubbliche e private continuano a rimanere assenti e distanti, incapaci di dialogare con chi produce e stimola la vitalità di un territorio. Non crediamo alla sola giustificazione della crisi economica in corso, perché l'erogazione di contributi e le scelte d'investimento dovrebbero essere proporzionali ai risultati: cioè conoscenza e visibilità di una città, oltre all'indotto economico. Senza occasioni di cultura una società s'impoverisce spiritualmente e moralmente.

La Festa della Cultura (“una pausa che accende”) rischia quindi di rimanere solo un ricordo goriziano e, forse, sarà costretta a chiudere o a trasferirsi altrove, dove maggiormente e liberamente si ha il coraggio d'investire sulle risorse di una città e sul suo sviluppo, anche attraverso eventi culturali di eccellenza, realizzati peraltro con le competenze e spesso le forze di privati cittadini e associazioni.

L'Associazione Ex Border, durante le giornate della Festa della Cultura, oltre a valorizzare la cultura locale e le sue migliori personalità, ha ospitato in questi anni a Gorizia autori di grande prestigio nazionale e internazionale, poeti, scrittori, filosofi, scienziati e artisti tra i quali: Umberto Galimberti, Marcello Veneziani, Stefano Zecchi, Edoardo Boncinelli, Valerio Massimo Manfredi, Boris Pahor, Willy Pasini, Roberto Pazzi, Fritjof Capra, Alexandra Petrova, Marco Pesatori, Mauro Corona, Massimo Donà, Michelle Nouri, Slavoj Žižek, Davide Rondoni, Mario Capanna, Marco Pesatori, Maram Al-Masri, Giobbe Covatta, Paolo Crepet, Maurizio Pallante, Massimo Fini, Tomaso Kemeny, Anna Kanakis, Mario Santagostini, Kornelijus Platelis, Gianandrea Franchi, Tobia Ravà, Arianna Chieli, Nadia Busato, Anna Garano, William Dello Russo, etc. e alla Festa della Cultura 2011 intitolata ALLA_FINE saranno presenti Margherita Hack, Francesca Genti, Juri Paljk, Elaine Feeney, Agne Zagrakalyte, Stanka Hrastelj, Pier Aldo Rovatti, Candida Consuelo Casula, Sara Boero, Donatella Di Pietrantonio, Francesco Stoppa, Vito Bruno, Rossana Lacala e altri.

Se hai a cuore la sopravvivenza di questa manifestazione, e scegli di difenderla offrendole un libero sostegno, te ne saremo grati. Con il consenso del dsostenitore, ogni donazione superiore ai 200 € verra' citata pubblicamente.

ISTRUZIONI PER IL GENTILE VERSAMENTO LIBERALE


1. INTESTATARIO DEL C/C PRESSO la BANCA DI CIVIDALE, Filiale di Gorizia, Corso Italia 91:
ASSOCIAZIONE EX BORDER

2. IBAN: IT 93 E0548412400046570410621

NOTE:
- la dicitura versamento liberale è da citare nella causale del bonifico bancario, insieme all'eventuale consenso o rinuncia alla diffusione dell'identità del donatore
- sul modulo di versamento è comunque necessario comunicare il proprio nome e cognome nonché l'indirizzo, al quale l'associazione possa inviare la relativa ricevuta.

Ringrazio, a nome dell'Associazione Ex Border, quelle istituzioni che ci hanno sostenuto finora, oltre alle aziende e ai commercianti, ai ristoratori e agli albergatori, alle associazioni e agli artisti, che hanno collaborato e ci hanno aiutato (con beni, servizi, sconti, azioni e pensieri), e tutto il pubblico che in questi anni si è affezionato a questo appuntamento culturale goriziano, quel pubblico sobrio, colto e cortese, grazie al quale continuo a credere nella Festa della Cultura, contro ogni crisi, rassegnazione e pessimismo.

Alberto Princis
Direttore artistico